// // // ////@media only screen and ( min-width: 320px ) and ( max-width: 500px ) { //.et_pb_slide_description .et_pb_slide_title { // margin-top: 0; // font-size: 22px !important; // } //}

Stage di Musical con Manuel Frattini

Protagonista dei più famosi Musical italiani, Manuel Frattini sarà a Spazio Artemix per uno stage imperdibile di otto ore totali sabato 22 e domenica 23 settembre, dalle ore 15 alle ore 19. 

Manuel ci guiderà in una full immersion per scoprire e migliorare l’utilizzo dell voce, le tecniche di canto e di ballo, e per apprendere tutti i segreti del performer di Musical.

Lo stage è a numero chiuso, la prenotazione è obbligatoria e l’iscrizione deve essere effettuata entro il 10 settembre.

Artista completo, ovvero danzatore, cantante e attore, Manuel ha trovato nel Musical il canale d’espressione più congeniale.

Dopo aver mosso i primi passi come primo ballerino e coreografo in numerose produzioni Rai e Mediaset, Manuel inizia a farsi notare nel 1991, quando viene chiamato dalla Compagnia della Rancia, diretta da Saverio Marconi, per interpretare il ruolo di Mike Costa nel musical A Chorus Line. Nella stagione 1996/1997 ricopre il ruolo di Cosmo Brown in Cantando sotto la pioggia. La notorietà e l’ammirazione da parte del grande pubblico e della critica arrivano nella stagione 1998/1999 con il musical Sette spose per sette fratelli, nel quale interpreta, al fianco di Raffaele Paganini e Tosca, il ruolo di Gedeone.

Le stagioni 1999/2000 e 2000/2001 lo vedono dividere il palcoscenico con Christian De Sica, Lorenza Mario, Monica Scattini e Paolo Conticini nel fortunato Tributo a George Gershwin – Un Americano a Parigi, con la regia e le coreografie di Franco Miseria. Contemporaneamente realizza un piccolo sogno: debuttare come protagonista assoluto in un musical inedito, Musical, Maestro!, coreografato e diretto da Fabrizio Angelini e ideato da lui stesso in collaborazione con Angelini e Giovanni Maria Lori. Nella stagione 2001/2002 interpreta il ruolo di Seymour, con Rossana Casale e Carlo Reali, nel musical della Compagnia della Rancia La Piccola Bottega degli Orrori, con regia di Saverio Marconi.

Nel marzo 2003 debutta come protagonista nel musical-kolossal Pinocchio, prodotto dalla Compagnia della Rancia, con la regia di Saverio Marconi e le musiche dei Pooh. Tra una replica e l’altra Manuel Frattini trova anche il tempo per pensare e scrivere un musical tutto suo, Toc Toc a Time for Musical scritto con dei riferimenti precisi alla sua vita ed alla sua immensa passione per il musical.

A fine 2006 Manuel Frattini “impara a volare” e si trasforma in Peter Pan, il musical con le musiche di Edoardo Bennato: il tour prosegue fino alla primavera del 2008 sfiorando 300 repliche sold out e risultando così il musical più visto vincendo il prestigioso premio Biglietto d’Oro. Successivamente è il protagonista di Robin Hood nelle stagioni 2008/2010. Ma il 2010 è anche l’anno di Aladin il nuovo musical scritto da Stefano D’Orazio con le musiche dei Pooh.

A ottobre Manuel sbarca in America con Pinocchio, che viene rappresentato a New York nel prestigioso Danny Kaye Playhouse in occasione del Columbus Day a testimonianza della creatività italiana. Nelle stagioni teatrali 2011/2012 e 2012/2013 Manuel è in tournée con Peter Pan. Nell’estate 2012 Manuel mette in scena Sindrome da musical, uno spettacolo scritto da Lena Biolcati con la regia di Alfonso Lambo, le cui rappresentazioni proseguono fino ad oggi. Nelle stagione 2013/2015 interpreta Rodrigo, nello spettacolo della Compagnia della Rancia dal titolo Cercasi Cenerentola con la regia di Saverio Marconi, il testo e le liriche di Stefano D’Orazio. A settembre 2015 ritorna nelle vesti di Pinocchio che debutta a Milano in occasione di Expo.

A giugno 2017 realizza un sogno: è Bobby Child, protagonista del musical Crazy for you, diretto da Mauro Simone, con i giovani talenti della Bernstein School of Musical Theatre.

Nella stagione 2017/2018 riporta in scena Robin Hood, a fianco di Fatima Trotta, in una versione completamente rinnovata.

Accanto alla sua attività di performer, Manuel Frattini si dedica all’insegnamento, tenendo corsi di perfezionamento e stage nelle più prestigiose Accademie italiane.

Nel corso della sua carriera Manuel Frattini ha ricevuto numerosi premi e riconoscimenti, tra cui: il Premio Bob Fosse, il Premio Danza&Danza come Miglior interprete italiano della stagione 1996/1997 per Cantando sotto la Pioggia; il Primo Premio Nazionale Sandro Massimini (Festival Internazionale dell’Operetta di Trieste 1997). Nel 2011 il Premio alla Carriera nel corso della rassegna “Musical Day”, nel 2013 il Premio alla Carriera consegnato da “Tip Tap Show” e nel 2016 gli viene consegnato il prestigioso Premio Flaiano per la sezione Musical.

http://www.manuelfrattini.com

 

Share

Seminario di Danza Indiana Bharatanatyam

SABATO 15 E DOMENICA 16 SETTEMBRE DALLE 15,00 ALLE 17,30

Il teatro‐danza “Bharatanatyam ” è uno dei gioielli della cultura Indiana. Danza millenaria che fonda le sue origini nella filosofia Samkhya e nei rituali dei Templi Hindu del sud India, sviluppandosi attraverso i secoli in una raffinata disciplina. La geometria delle linee, la velocità e la ricchezza ritmica s’intrecciano all’elaborato linguaggio delle mani e alla raffinata mimica del volto. Il dialogo tra danza, musica, canto e poesia ci rivela uno spazio‐ tempo, dove i linguaggi dell’arte continuano a vivere e a commuovere. Ormai da molti anni la sua meravigliosa arte si spande oltre i confini del continente indiano.

Il seminario di Bharatanatyam, si basa sulla pratica degli elementi principali del suo teatro‐ danza, ponendoli in relazione ad un sentire ampio e profondo: il carattere del gesto e della sua intenzione, la qualità della presenza e la cura del dettaglio.

Il seminario (su prenotazione) è aperto a chi vuole iniziare o avvicinarsi a una nuova tecnica di teatro‐danza. Si lavorerà con i seguenti elementi: ADAVU base tecnica della danza, MUDRA il codice dei gesti delle mani, SOLLUKUTTU linguaggio delle sillabe mnemoniche, ABHINAYA espressione, arte del racconto.

Docente Nuria Sala Grau
www.nuria-artedanza.com

 

Share

Open lesson di Yoga con Marco Menster

Giovedì 13 settembre, alle ore 20, Marco Menster condurrà una lezione che consentirà di conoscere gradualmente la reazione agli stimoli che ogni posizione trasmette al corpo, l’uso della corretta respirazione, che rende ogni posizione uno strumento di miglioramento: posturale, nervoso, energetico, emotivo.
La lezione prevede momenti di attività, forza, resistenza, equilibrio, distensione, meditazione, rilassamento e riposo

Un’occasione per accostarsi allo yoga e per praticare guidati da Marco.

Share

Festa Swing

Vieni alla nostra festa! Fatti coinvolgere dalla musica dal vivo e dal dj set, tuffati negli anni 40/50 e nell’atmosfera retrò. Avrai la possibilità di conoscere Spazio Artemix e, se hai voglia di imparare, potrai partecipare ai corsi di swing.

Dress code anni ’40/’50, in collaborazione con Vintagerie Partout.Dress code anni ’40/’50, in collaborazione con Vintagerie Partout.

Share

Artemix Latina!

Invito salsaSabato 6 febbraio, alle ore 21.30, vi aspettiamo con amici, parenti e conoscenti per una grande serata salsera, ci divertiremo con dj set e musica dal vivo al ritmo di suoni latini e cubani.

Anche se non sapete ballare latinoamericano, o siete alle prime armi, o non avete un partner per le danze, venite a trovarci, passeremo insieme una serata diversa, tra amici, ascoltando ottima musica in un ambiente accogliente e confortevole. Non mancate!

Per info e prenotazioni: 3471671779  3476601613

 

Share

Artemix Natale per i piccoli: uno spettacolare spettacolo di burattini!

LocandinaBurattiniLo spazzacamino vorrebbe starsene tranquillo a condurre la sua vita, già abbastanza complicata. Il destino però si mette di mezzo e sarà chiamato a cercare nel profondo di sé quell’audacia che gli permetterà di vincere con l’astuzia un re cattivo che tiene prigioniera una principessa. Questa farsa classica dei burattini parla del coraggio e del superamento della paura e dell’indifferenza
Paolo Sette frequenta la scuola Fiando sul teatro di figura, gestita dalla Compagnia marionettistica Carlo Colla e Figli di Milano, e corsi di teatro, si appassiona al teatro d’animazione, frequenta vari seminari sul teatro e la burattineria. Incontra, fra gli altri, importanti maestri di quest’arte: Gigi Gherzi, Gigio Brunello, Natale Panaro, Antonio Brugnano e Tonino Murru, partecipa a varie edizioni di spettacoli e ai corsi di Sorrivoli, Silvano d’Orba e Teulada. Dal 2008 lavoro stabilmente con la Compagnia marionettistica Carlo Colla e Figli. Nel 2010 vince il Premio Sipario d’Orba con lo spettacolo di burattini L’anatra e la Morte, la cui storia è tratta da un racconto di Wolf Erlbruch. Nel 2011, sempre per lo spettacolo L’anatra e la Morte, gli viene assegnato il prestigioso premio Benedetto Ravasio. Nel 2012 mette in scena alcuni dialoghi di Roberto Espina, realizzando così lo spettacolo La Repubblica dei Burattini, premio speciale all’Arcore Street Festival 2012. Nel 2013 realizza coi burattini uno spettacolo da una farsa tradizionale, Lo spazzacamino e la carota magica. Con questi lavori partecipato a numerosi festival di teatro di figura e di strada, fra gli altri: Animar a Teulada, Il Castello Incantato a Locarno, I Teatri del Mondo a Porto e l’EuroPuppetFestiValsesia, che vince nel 2015.

Share

Laboratorio di fiabe con Loredana Limone

2a_Due incredibili storie natale_copLa penna di Loredana Limone e i pennini di Marco Milanesi si incontrano in un piccolo gioiello da far trovare sotto l’albero il prossimo 25 dicembre: è il libro Due incredibili storie di Natale, che contiene due racconti destinati ai più piccoli con protagonisti nientemeno che Babbo Natale e la Befana.
Loredana Limone ha esordito nel 2002 con la raccolta di fiabe Il Trenino Arlecchino e altre storie, cui hanno fatto seguito una decina di libri, oltre al fortunato Il Fagiolo Magico e altre fiaboricette .Con Guanda, Salani e TEA ha pubblicato i romanzi di “Borgo Propizio”, la saga molto amata dai lettori e tradotta in diversi paesi europei. Marco Milanesi disegna e imbratta fin da piccolo, illustra libri per bambini e ragazzi e conduce un programma radiofonico dedicato alla musica jazz. Dalla loro collaborazione nascono le storie di Corinna, una bambina molto curiosa che si nasconde dentro il sacco dei regali di Babbo Natale, arrivando fino al Polo Nord, e di due ladruncoli che riescono a rubare la scopa alla Befana: riuscirà la simpatica vecchietta a volare e portare il carbone ai tanti bambini cattivi? 

Il libro, perfetto per per passare un Natale più magico e divertente che mai, sarà presentato per la prima volta sabato 28 novembre alle 16.30 allo Spazio Artemix.

 

Share

Corso di Pilates

È un metodo inventato da Joseph H. Pilates un secolo fa. Affetto da asma e rachitismo nell’infanzia, crebbe ossessionato dalla perfezione del corpo e ricercò una disciplina che combinasse la forza fisica degli antichi greci e la forza meditativa delle discipline orientali. Ne risultò un sistema di esercizi definiti “contrology”, basati su concentrazione, forza dell’addome, profondo stretching e respirazione focalizzata.

Beneficio n. 1: consapevolezza fisica. Il metodo Pilates – quando seguito correttamente e con un’adeguata supervisione – educa alla consapevolezza del proprio fisico, allena la mente, costruisce simmetria e coordinamento nel corpo. Pensate a un albero: la forza è tutta nei rami? No, l’albero è forte quanto lo sono il tronco e le radici, senza un tronco stabile l’albero cadrebbe. Anche per il corpo umano sono importanti una buona stabilità e un torso forte, per evitare contratture in alcune parti del corpo e debolezze in altre, spesso causate dalla nostra occupazione o da altre forme di allenamento.

Beneficio n. 2: un addome più forte. Ma aiuta a scolpire gli addominali? Il metodo Pilates ci farà ottenere la famosa “tartaruga” ? Gli esperti insegnano che è importante distinguere tra un addome forte e un addome piatto, spesso ricercato come sinonimo di fisico perfetto. Il Pilates ci regala un corpo e una schiena più forti e più sani, una maggior consapevolezza fisica, flessibilità, una postura eretta e corretta. E’ anche importante lavorare per avere addominali flessibili, non solo forti. Un muscolo duro può essere piacevole alla vista, ma se mancano flessibilità, equilibrio e la funzionalità necessaria a muovere correttamente il corpo, prima o poi ne soffriremo le conseguenze.

Beneficio n. 3: controllo del corpo. Il metodo Pilates funziona perché ci insegna il movimento. Solo quando diventiamo consapevoli dei nostri blocchi, ad esempio le spalle contratte, possiamo raggiungere la simmetria posturale, e riuscire ad avere il controllo sul proprio corpo da una grande soddisfazione. E’ una disciplina che permette di far lavorare il corpo in totale sinergia, esattamente come ci dovremmo muovere nella vita quotidiana.

Share

Nuovo corso di Dance Hall

Sicuramente tutto iniziò con Barrington Levy. Nei tardi anni 70, il sound reggae più diffuso era lo stile rockers di Sly DunbarRobbie Shakespeare (Sly & Robbie) e i the Revolutionaries. Era uno stile in cui spiccava la tecnica strumentale del batterista Dunbar (come di altri batteristi che lo imitarono) ed una forte presenza di elementi provenienti dal funk americano[2]. Il nuovo dominante e complesso stile rockers dominò le charts ed i sound system circa a partire dal 1976 fino ai tardi anni settanta. Ma Sly & Robbie interuppero la loro attività per dar vita alla loro nuova etichetta discografica, la Taxi Records. Infatti quando i due abbandonarono la band per fondare l’etichetta, i the Revolutionaries si evolsero nei Roots Radics[8]. (altro…)

Questo sito utilizza cookie tecnici per migliorare i nostri servizi. Proseguendo nella navigazione presti il consenso all’uso dei cookie, in caso contrario ti invitiamo ad abbandonare il sito. Informazioni

Questo sito utilizza i cookie per fonire la migliore esperienza di navigazione possibile. Continuando a utilizzare questo sito senza modificare le impostazioni dei cookie o clicchi su "Accetta" permetti al loro utilizzo.

Chiudi